Mandala Paper Cut

Mandala Paper Cut Silvia Raga 1

Buongiorno a tutti, oggi vi presento il primo paper cut del 2019! Si tratta di un Mandala, che nella religione buddhista e induista è la rappresentazione simbolica del cosmo, di solito realizzata a telaio con fili intrecciati (non sono forse i destini, le vite che si incrociano?) o con polveri colorate sul suolo, dipinto su stoffa o affrescato alle pareti.

Parliamo dei Mandala

In sanscrito maṇḍala è il sostantivo maschile e neutro di un termine polisemico che in particolar modo intende indicare un oggetto, anche sacro, di “forma rotonda”, o un “disco”, in questo caso specialmente se riferito al Sole o alla Luna (fonte Wikipedia), non è meraviglioso?

Sono affascinata dai disegni dei mandala, sono ipnotici, e appunto, simbolici: il cerchio della vita, la ciclicità delle stagioni, l’alternarsi di giorno e notte, positivo e negativo, vuoto e pieno, bianco e nero, se ci pensate in questo disegno ritrovate tutto questo. All’inizio volevo farlo inscritto all’interno di un quadrato, come se fosse un pannello decorativo quadrato, poi mentre lo abbozzavo, mi sono detta, no, questo è “finito” così!

Mandala Paper Cut Silvia Raga 2

Del resto non sarà il primo, perché disegnare mandala, e poi intagliarli, mi piace e rilassa tantissimo! Questo in particolare ha una circonferenza di 28 cm, ma nella mia testa voglio già farne di grandi anche il doppio! Osservandolo a me sembra di vedere un occhio: un occhio che mi protegge, che mi guarda, ma anche che mi ricorda di stare io con gli occhi aperti, di rimanere focalizzata, di prestare attenzione alla realtà, e avere consapevolezza del mio qui e ora.

Cosa ne pensate? Vi piace? Io adoro vederlo appeso nel mio studio! Spero presto di realizzarne di nuovi, nel frattempo, se volete vedere altri articoli con i miei paper cuts, cliccate qui!

E se notate, nella prima foto ci sono i vasi e le sfere origami dei nuovi colori che andranno a corredare la collezione disponibile nel mio shop online!

Stay Tuned!

Share: Facebook, Pinterest, Twitter

Leave a Comment: